Immagine
 PAPARAZZATA/ La valletta Francesca Lodo ... di giuseppe
 
"
“Nessuna meta è irraggiungibile, quando ho qualcosa da dire”

Nicola Vacca
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di giuseppe (del 24/12/2006 @ 16:02:14, in blog, linkato 36111 volte)

E così, proprio come desiderava…di cuore, Silvio Berlusconi è tornato a casa, a Natale, in famiglia, in Italia, dopo essersi sottoposto all’intervento chirurgico, deciso dopo il suo recente malore, a Cleveland, negli Stati Uniti d’America.

La vicenda si presterebbe a molte annotazioni: i limiti dell’età, la necessità della tranquillità, gli agi e i disagi della ricchezza, la mobilità sanitaria e altre ancora, ma non ne ho proprio voglia, oggi.

C’è però un’annotazione per me irresistibile.

Sono queste le cose che mi fanno impazzire.

E dunque è noto come Berlusconi abbia tentennato per parecchi giorni prima sull’opportunità stessa di farsi operare e poi sul dove, con non certo per ultimo il desiderio di passare il Natale con i suoi.

Bene. Deciso l’intervento e scelta la prestigiosa unità coronaria americana, chi ti va a trovare là il buon Silvio quale capo-reparto?

Un professore italiano, Andrea Natale. Sì, proprio così si chiama il medico che l’ha operato, Andrea di nome e Natale di cognome.

Nomen omen.

Infatti ogni cosa si è risolta per il meglio.

Così domani Silvio festeggerà il Natale con i suoi cari e Andrea il suo cognomastico.

Auguri a tutti.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (174)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di giuseppe (del 21/12/2006 @ 15:39:22, in blog, linkato 25469 volte)

Tre altri giorni di sciopero dei giornalisti, questa volta della carta stampata, per cui, sommate pure le preventivate assenze per le feste, non usciranno i giornali per cinque giorni. Il che non è poi completamente vero, perché, come sempre succede in questi casi, alcuni saranno regolarmente presenti, in barba allo sciopero.

Poi, che ne manchino altri, in barba alle sacre ragioni del pluralismo eccetera eccetera, non è detto che sia un male. Come per la radio, che io ascolto di mattina, su Rai1: in occasione degli scioperi dei giorni scorsi, infatti, sono andati in onda colonne sonore confortanti e corroboranti ben più dei soliti notiziari.

Inoltre, questa informazione è nel suo complesso per lo più francamente drogata e distorcente, molto, molto superficiale, inutilmente spettacolare, confusionaria, quasi mai precisa ed efficace.

Due esempi, infine, chiaramente indicativi, su cui magari i miei colleghi riflettessero, approfittando della pausa per sciopero. Qualche settimana fa, uno sventurato capo-medico annunciò una cifra spropositata di morti negli ospedali italiani a causa delle infezioni che colpiscono i ricoverati, cifra pari pari riportata dappertutto il giorno dopo, senza che a nessuno fosse venuto in mente di verificare, in qualche modo, una delle prime regole del giornalismo.

Pochi giorni fa, peggio, un allegro capo-cardinale ha annunciato che il Vaticano era pronto a formare una squadra di calcio, da iscrivere ai regolari campionati professionistici: un pesce d’aprile fuori stagione, completamente assurdo. E puntualmente la “notizia” è stata ripresa e seriamente divulgata il giorno dopo da tutti i quotidiani, senza che a nessuno fosse venuto in mente che si trattava di uno scherzo...da prete!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (161)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di giuseppe (del 15/12/2006 @ 19:03:09, in blog, linkato 25478 volte)

La mia educazione sentimentale è avvenuta negli anni Settanta, quando si diceva sempre: "il personale è politico".

Oggi non si dice più, anzi, generalmente si pensa esattamente il contrario.

Io credo invece ancora e anzi ora di più che il privato debba sempre avere un corrispettivo nel pubblico.

Ho fatto una premessa più lunga di quanto voglio in effetti esprimere e cioè che era ora che anche nel centrodestra, proprio quando nel centrosinistra sono riusciti a elaborare una bozza di legge nazionale, si registrino le prime, timide aperture alle coppie di fatto, insomma a chi vuol vivere insieme, con diritti e doveri riconosciuti dalla e alla società.

Poi, chi vuole e soprattutto chi può si sposi pure: ma chi non vuole, o non può sposarsi, in Chiesa o in Municipio ( e sono sempre di più, a fronte delle modificazioni epocali avvenute negli ultimi anni ) non per questo non deve avere gli stessi diritti e doveri degli altri.

Una legge di civiltà, insomma, doverosa da parte di uno Stato laico e civile, come laico e civile deve essere a monte di tutto lo Stato.

E insomma, le timide aperture, dicevo: di Gianfranco Fini, che una prima regolamentazione ha a modo suo auspicato e di Silvio Berlusconi, che ha annunciato sulla questione di voler lasciare libertà di voto ai suoi parlamentari ( ma un parlamentare non dovrebbe sempre avere libertà di voto, al di là delle logiche di partito? va beh, il coraggio, se uno non ce l'ha, non se lo può dare e glielo devono riconoscere...Però, maledetto vizio di divagare, questa è un'altra storia...).

Da Pierferdinando Casini e da Umberto Bossi, invece, nessun segnale.

Il bello è che - pubblico e privato, appunto - che i più importanti leader del centrosinistra riultano essere tutti più o meno felicemente e senz'altro regolarmente sposati, i vari Prodi, Bertinotti, Fassino, D'Alema, Rutelli, Mastella.

Nel centrodestra, invece, ce ne fosse uno regolarmente sposato in una sacra, o normale che dir si voglia famiglia...Omettiamo gli approfondimenti nei dettagli delle singole posizioni, ma tant'è e tutto ciò dovrebbe e non poco far riflettere sulla questione.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (103)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di giuseppe (del 14/12/2006 @ 17:45:25, in blog, linkato 35941 volte)

Più libri, più liberi?

Si è conclusa domenica sera la quinta rassegna dell’editoria, svoltasi al Palazzo dei Congressi dell’Eur. Quattro giorni di incontri, di scontri e di...di sconti!

 

Dalla mattina alla sera, allo stand dell’Azimut, a parlare di “Breviario d’amore”, a chi, avvicinatosi, guardava la fila dei volumi esposti, con in cima il quadro originale dell’artista Valeria Merola, autrice della copertina, e ne prendeva una copia, incuriosito, per iniziare a sfogliarla.

Un po’ scrittore e un po’ venditore, insomma: l’emblematica rappresentazione dell'autore militante del giorno d’oggi!

Poi, a sera, stremato dalla fatica, fisica, più che mentale, una sigaretta con il mio editore, Guido Farneti, a fare il bilancio della serata e subito nel vicino, solito albergo a dormire.

 

Roma mi ha accolto con l’abituale indifferenza con cui è abituata ad accogliere tutti nei secoli dei secoli. L’Eur, così pieno di spazi, di immense realizzazioni, di maestose costruzioni, mi sovrastava con tutto il carico del suo fascino e della sostenibile, affascinante pesantezza di Piacentini, di De Chirico e degli altri geni del Novecento italiano.

 

Gli Italiani continuano a leggere in pochi, più che poco.

Quelli che leggono e leggono molto leggono per lo più quello che viene loro più o meno velatamente imposto. Infatti, l’editoria è monopolizzata da pochissimi grandi gruppi, che impongono le loro logiche e i loro prodotti, proprio a livello fisico, fin negli spazi delle librerie, a cominciare dalle promozioni pubblicitarie sui mass media: i soliti nomi e i soliti generi, che rispondono a logiche imponderabili.

Per chi ne è fuori, rimane difficile imporsi e pure farsi notare: si incontra e si scontra con una specie di muro di gomma, avvolto da una fitta nebbia.  

Poi, la dose massiccia di proposte editoriali aumenta la confusione in tutti quanti.

Un libro letto con passione e meditato con convinzione conserva però tutto il suo fascino. E’ una delle ultime cose rimaste ancora capaci di regalare un’emozione autentica, immediata, lunga nello spazio e nel tempo e fortissima.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (165)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di giuseppe (del 06/12/2006 @ 19:12:52, in blog, linkato 25594 volte)

Ma chi te l'ha fatto fare?

La domanda- a proposito del mio saggio sull'amore appena uscito - mi viene ripetuta spesso in questi giorni, fra il serio e il faceto. Tradotta, vuol dire: ma perchè sei andato a prendere questo argomento così privato e così futile, come viene erroneamente ritenuto?

Beh, a parte che aveva bisogno di un aggiornamento, rispondo: perchè non è nè privato e nè futile!

Parlare d'amore, l'argomento che privatamente ci sta ...più a cuore, significa parlare di tante altre cose che pubblicamente ci riguardano tutti e da vicino.

Due prese di posizione ufficiali riportate dalla stampa in questi giorni sono una straordinaria conferma, per esempio, a due specifici e precisi accenni, contenuti nel mio saggio.

Lamentavo, infatti, a un certo punto dei discorsi sviluppati partendo dai gossip l'incapacità della politica ad adeguarsi alle modificazioni dei costumi sociali e poi, da un'altra parte, con tutto il dovuto rispetto, l'ingiustificata chiusura della Chiesa cattolica ai temi della sessualità.

Beh, ragazzi... Sembravano tesi così dure e pure...Eppure... Eppure è successo che ieri il consiglio comunale di Padova ha approvato una mozione che riconosce in quella città l'iscrizione allo stato di famiglia delle coppie conviventi anche senza matrimonio "per vincolo affettivo". E, per quanto abbia fatto poi una mezza retromarcia, l'altro giorno il cardinale Claudio Hummes, un alto prelato della curia vaticana, si è chiesto per la prima volta a tali livelli se non sia il caso di abolire il celibato obbligatorio per i preti.

Ragazzi...Leggo, sorrido e, come dice il mio editore, mi stropiccio gli occhi, e pure le orecchie...

Articolo (p)Link Commenti Commenti (172)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di giuseppe (del 01/12/2006 @ 17:45:30, in blog, linkato 35553 volte)

Sabato scorso, come preannunciato anche in questa sede, si è svolto a Torino l' XI convegno internazionale dell'associazione "Poesia attiva".

Ospite d'anore, il poeta Nicola Vacca, al quale è stata conferita la mantella, simbolo dell'associazione ( nella foto, nella sezione: bianco e nero).

E' stata una bella occasione in cui, a parte le relazioni teoriche, si è letto e si è recitato poesia, specialmente nello spettacolo finale a cura di Anna Cuculo e del suo gruppo di attori, attrici e musicisti.

La poesia è una delle ultime cose rimaste ancora capaci di prendere la mente e far fremere il cuore.

"Poesia attiva" sta crescendo in maniera significativa ( vedi il sito: www.poesiattiva.it ) e nei prossimi mesi darà il via a nuove, importantissime iniziative.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (174)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1
Ci sono  persone collegate

< settembre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
blog (325)

Catalogati per sezione:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Gia
20/09/2017 @ 12:53:35
Di Warren
cheap generic cialis...
20/09/2017 @ 12:45:18
Di Urball
Leroy
20/09/2017 @ 12:43:30
Di Monique

Titolo
Bianco e nero (194)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Bleah!

Titolo
Listening
Musica...

Reading
Libri...

Watching
Film...


Titolo


20/09/2017 @ 12:57:02
script eseguito in 393 ms