Immagine
 COLPITA/ Per la prima volta nella storia nelle sue città l'America l'11 settembre 2001... di giuseppe
 
"
“Nessuna meta è irraggiungibile, quando ho qualcosa da dire”

Nicola Vacca
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di giuseppe (del 03/08/2006 @ 11:51:16, in blog, linkato 25938 volte)

Mentre prosegue l'attacco criminale israeliano, alimentato dalle industrie di armamenti che condizionano la politica imperialista statunitense, "Repubblica" ospita un appello di Giuseppe Cassini, ex ambasciatore italiano in Libano.

Ricordando la presenza italiana in quel Paese e l'importanza sociale e culturale che storicamente esso riveste, quale terra della convivenza e del confronto civile e proficuo fra diverse culture, un vero e proprio messaggio di speranza per il mondo intero, l'ambasciaotre chiede alle amministrazioni dei comuni, delle scuole, degli ospedali italiani, di "adottare" un' omologa istituzione libanese.

Mancano le indicazioni pratiche, ma è chiaro il senso dell'appello, che girriamo per le opportune modalità di attuazione agli amministratori italiani: contribuire alla rinascita del Libano, ammesso che si riesca in qualche modo a fermare Israele prima che lo distrugga totalmente e irreversibilmente,

Articolo (p)Link Commenti Commenti (195)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di giuseppe (del 01/08/2006 @ 13:18:33, in blog, linkato 17014 volte)

Ma che piccola storia ignobile mi tocca raccontare, questa mattina in cui la cappa grigia di afa appare senza rimedio e grava di tristezza l’estate di città!

Come il giudice della novella di Pirandello con la pratica di Rosario Chiarchiaro, anche io tenevo da giorni sulla mia scrivania, nauseato dal dovermene occupare, una cartellina con dentro un ritaglio di giornale, una di quelle notizie che non meritano nemmeno l’attenzione della gente, appena un accenno e subito dimenticate: invece sono i dettagli significativi, capaci di svelare la realtà, l’essenza stessa di una città, dell’universo mondo. Perché in chi legga divampi quel che rimane della capacità di indignarsi e alla prima occasione di comportarsi di conseguenza, ecco perché occuparsene e va bene farlo in una mattinata come questa.

E’ successo- a proposito di giudici e di Tribunali, che alcune volte la stupidità burocratica, più spesso la stupidità umana continuano ad intasare con cause inutili e stupide- che un condominio, tramite l’amministratore Franco Giuglini, si è rivolto a uno studio legale per fare ricorso al Tar contro un provvedimento del Comune di Torino che prevede nel suo regolamento la possibilità che i bambini giochino nei cortili degli stabili in determinate fasce orarie.

Il bello è che a quanto pare in quel condominio- via Peyron, numero civico 25- non abita nessun bambino. Piuttosto che una salvaguardia da un ipotetico, ma possibile futuro, le presunte motivazioni dei condomini per il loro ricorso sono di carattere generale: contestano l’ingerenza del comune nelle loro decisioni che sarebbero private.

Una motivazione ridicola. Come se poi non fossero essi stessi, ammesso che il loro ricorso fosse accolto, a manifestare una ingerenza vergognosa nelle faccende private delle famiglie con bambini.

Per di più in un’organizzazione sociale che già in generale sembra fatta apposta nelle sue implicazioni sociali e soprattutto economiche per ostacolare le nascite e infierire sui genitori, il caso di via Peyron, n. 25 a Torino denota tutta l’aridità, tutta la grettezza e tutto l’egoismo di cui essa è capace.

Oggi i bambini italiani nascono in numero sempre minore e quelli che nascono giocano- la loro attività formativa peculiare e fondamentale- sempre meno, intristiscono davanti ad un televisore, i più “fortunati” impazziscono davanti ai videogiochi del computer e si ingozzano di merendine e patatine, sviluppando cosce grandi quanto un prosciutto intero di maiale e visi deformati dal lardo, nelle nostre città sazie e disperate.

Non vanno più a scuola a piedi, non giocano più a pallone per strada, non corrono più in bicicletta a perdifiato, non fanno più i giochi della gioventù, nemmeno più le ore di educazione fisica a scuola, non vanno più all’oratorio( ma ci sono ancora gli oratori?), non socializzano più in bande, gruppi e sottogruppi, non imparano più ad affrontare le difficoltà ed i pericoli pure, certo, pure i pericoli, in autonomia e non fanno niente, insomma, di tutte quelle cose che facevamo io e tutti quelli della mia generazione, povera, isolata e popolare, ma sana, forte e bella.

Adesso vietiamo anche a quelli che abitano in condominio di scendere in cortile, mettiamolo per iscritto, stampiamolo su di una sentenza!

Ah, ci sarà un giudice a Torino!

Oh quanto vorrei che desse torto ai ricorrenti e li condannasse al pagamento di spese legali salatissime! E sarebbe sempre troppo poco per la loro stupidità, più che per il loro egoismo. E ho un sogno: che tutti i santi giorni genitori, insegnanti, educatori prendessero per mano ragazzi e ragazze e li li portassero davanti quel portone e tutti insieme giocassero a mosca-cieca, a nascondino, a girotondo e quant’altro, costringendo questi condomini torinesi stupidi ed egoisti a riflettere sulla frase che un giorno Qualcuno disse forse invano: “Lasciate che i bambini vengano da me”.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (101)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1
Ci sono  persone collegate

< settembre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
blog (325)

Catalogati per sezione:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
l does medicaid cove...
20/09/2017 @ 13:03:07
Di RichardRilla
buy arsenal soccer
20/09/2017 @ 13:00:27
Di Franziska
http://jga2.fragment...
20/09/2017 @ 12:58:33
Di Haroldvob

Titolo
Bianco e nero (194)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Bleah!

Titolo
Listening
Musica...

Reading
Libri...

Watching
Film...


Titolo


20/09/2017 @ 13:04:11
script eseguito in 364 ms