Immagine
 INOPINATO/ Il comunicato - stampa di Mediaset citato nel blog di oggi... di giuseppe
 
"
“Nessuna meta è irraggiungibile, quando ho qualcosa da dire”

Nicola Vacca
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di giuseppe (del 24/07/2006 @ 11:13:18, in blog, linkato 1745 volte)

Ieri si è recato a Beirut Jan Egeland, coordinatore delle Nazioni Unite per gli aiuti umanitari. E' rimasto sconvolto dopo aver visitato i quartieri sciiti a sud di Beirut.

"E' una cosa terribile" - ha commentato- "Gli attacchi aerei su questi palazzi, le vittime civili su queste aree sono una violazione umanitaria".

Un crimine contro l'umanità di cui continua a macchiarsi Israele.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (224)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di giuseppe (del 20/07/2006 @ 17:46:22, in blog, linkato 1672 volte)

Adesso li aspetto alla prossima manifestazione pacifista, quando, alla prossima crisi, sfileranno i diessini, i margheritini, gli ulivini, a chiedere di fermare la guerra.

Come fecero per l’ Iraq, dimenticandosi che prima ancora a bombardare Belgrado gli aerei italiani al fianco di quelli americani li aveva mandati il loro presidente del consiglio Massimo D’Alema.

La solita sinistra, insomma.

Oggi Massimo D’Alema fa il ministro degli esteri e ieri alla Camera dei deputati soltanto in 4, dico in 4, hanno votato contro il suo ordine del giorno, o decreto, o che cazzo era, che rifinanziava l’occupazione delle truppe italiane, al servizio di quelle americane, in Afghanistan.

Ecco il governo di centro-sinistra, uguale a quello di centro-destra( chè anche Berlusconi aveva deciso che ce ne saremmo andati dall’Iraq, come avverrà fra poco).

Fra Afghanistan e Iraq non c’è differenza. Col pretesto della lotta al terrorismo, IN REALTA' PER ESPORTARE IL LORO PREDOMINIO E PER USARE LE ARMI DELLE LORO INDUSTRIE, gli Americani hanno fatto migliaia di morti e decine di migliaia di feriti fra la popolazione civile, hanno aggredito e distrutto Stati sovrani, hanno aperto conflitti civili sociali inenarrabili e hanno provocato un’instabilità senza rimedio.

Come stanno facendo gli Isreliani in Libano.

Sempre col pretesto della lotta al terrorismo.

Come ha detto qualcuno, state anche voi qualche anno senza casa, senza terra, senza vestiti, senza cibo e senza prospettive e poi vedete se non diventate anche voi terroristi.

Non ci sono guerre giuste. Ci vorranno decenni, forse secoli, perché l’umanità conquisti la cultura della pace, che la parola guerra diventi tabù, come lo schiavismo. Ma abbiamo cominciato, sia pur lentamente, sia pur faticosamente. Brinderemo presto però insieme a Gino Strada quando tanti governi cadranno perché appoggiano una guerra.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (169)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di giuseppe (del 19/07/2006 @ 17:00:51, in blog, linkato 1811 volte)

Oltre a quello commentato e rilanciato nell’ultimo blog, per quanto di genere ben diverso, ho conservato un altro “appello”, un altro documento diffuso nei giorni scorsi, anche se soltanto nell’area torinese, ma sorprendentemente ripreso dal quotidiano “Tuttosport”, che l’ha pubblicato domenica scorsa. Sorprendentemente, perché sarebbe stato meglio stenderci sopra non il velo, ma la coperta del silenzio, e invece...

Parla di calcio, delle sentenze del processo del recente scandalo in particolare e racconta le frustrazioni di un gruppo di tifosi juventini, “quasi tutti torinesi”, che protestano contro le pene inflitte alla squadra del loro cuore. E amen!

Fin qui non ci sarebbe niente di strano e niente da dire.

Le sorprese cominciano invece alla fine, quando, dopo l’ultima considerazione, che suona quasi come una minaccia, per cui si puntualizza - ahimè! - che “questo non vuole che essere l’inizio di un discorso più ampio e più approfondito, che ci vede serenamente a disposizione” , sfilano i nomi dei firmatari, definiti da “Tuttosport” “un gruppo di autorevoli personalità della cultura e della scienza”.

E vai!

Una delle cose belle del calcio è che di calcio possono parlare tutti e tutti con più o meno uguale considerazione e rilevanza.

Un’analisi di una partita fatta dagli avventori di uno dei più malfamati bar di Caracas vale grosso modo quanto quella fatta dei più autorevoli giornalisti e dei migliori tecnici del settore, con buona pace di chicchessia. Quindi di calcio possono parlare anche le autorevoli personalità della cultura e della scienza, ci mancherebbe altro!

Il problema è che questi hanno perso un’altra ottima occasione per stare zitti. Perché poi pure nel parlare a vanvera est modus in rebus e alla fine a qualche criterio di validità oggettiva ci si può e ci si deve sempre ancorare.

Ora, nella “protesta” in questione, si evince soltanto una tesi: le accuse alla Juventus sarebbero frutto di coloro i quali non volevano giustizia, ma semplicemente punire una squadra che ha vinto troppo.

In particolare, si sostiene che: “indipendentemente dalle cose dette o fatte da alcuni personaggi, che hanno finito per falsare una situazione di palese superiorità, la nostra squadra ha vinto gli ultimi due campionati semplicemente perché era la più forte”.

Un delirio, insomma. Ma come "indipendentemente"?!? “Le cose dette o fatte da alcuni personaggi”, tanto per ricordarlo, sia pur in estrema sintesi, sono la rete di rapporti mafiosi, clientele, corruzione, asservimento e sfruttamento che Moggi e Giraudo, in nome e per conto della Juventus, avevano messo in piedi e perfezionato nel corso degli anni nei confronti di tutti i massimi dirigenti del sistema, degli arbitri e pure dei giornalisti. Ecco perché la Juve vinceva in Italia ( ma, significativamente, non vinceva in Europa! ) e controllava l’intero sistema.

Tutto ciò, poi, si badi bene, non da due anni, bensì da molti anni, tanto che le avrebbero dovuto levare non soltanto gli ultimi due scudetti, ma almeno un altro paio e mandarla a giocare fra i dilettanti dell’Eccellenza regionale.

Giova ricordare, ancora e peggio che la Juventus è coinvolta nel doping amministrativo e nel doping sanitario, vicende queste che, a differenza di quelle calcistiche, hanno rilevanza penale e che sono estremamente vergognose. Far dopare i calciatori, per esempio, è anche peggio che chiamare gli arbitri amici e l’unica consolazione è che almeno le inchieste penali hanno avviato, anche se indirettamente, quella sportiva che ha portato al processo e alla condanna.

Nulla di tutto questo si trova nel documento pubblicato da “Tuttosport” e nient’altro, al di là della tesi ridicola che abbiamo riportato. Alla faccia della cultura e della scienza!

Fra i primi firmatari, rigorosamente in ordine alfabetico, troviamo una sequela di effettivamente brillanti e affermati professionisti, che però si sono così resi ridicoli col calcio, anche per inseguire la presunzione di mettersi in mostra.

Sorprende trovare il più prestigioso fra di essi, un politico di razza prima, un intellettuale di spessore poi, quale il Presidente della Fiera Internazionale del Libro, che di mettersi in mostra, a differenza degli altri, non aveva bisogno; ma siamo uomini e sbagliamo e auguriamo all’on. Rolando Picchioni che aver firmato questo delirante documento sia il suo errore fra le decine di meravigliose iniziative meritorie che egli regge e gli valga, gli basti e gli avanzi per tutto il resto.

Consegniamo impietosamente alle cronache invece il professore di pediatria dell’Università di Torino, Enrico Madon, con l’auspicio che concentri in futuro le sue argomentazioni sulle discipline mediche e non più su quelle calcistiche.

C’è ancora il banchiere rosso, anche se adesso pensionato di lusso, Nerio Nesi, già socialista lombardiano, poi a rifondazione comunista e ai comunisti italiani, grande manager di banche e imprese pubbliche: e fa un bell’effetto, vederlo schierato in questa circostanza e su questa sponda!

C’è pure l’avvocato Andrea Galasso: ma questa non è una sorpresa, date le frequentazioni di cui godeva.

E ci sono infine tanti altri chirurghi e professori universitari che hanno pensato bene di mettersi così in mostra, senza ben ponderare, sotto i fumi del tifo e della presunzione, quanto di effetto boomerang le firme in calce hanno procurato loro.

Ora, pensiamo ancora a quanto il calcio possa più della cultura e della scienza, a come possa trascinare in figuracce e in comportamenti ridicoli anche per tutti gli altri versi della loro vita stimatissimi professionisti e seppelliamo infine con una risata questo documento a sostegno della Juventus di un gruppo di autorevoli personalità: chi l’ha scritto, chi l’ha sottoscritto e pure chi l’ha pubblicato!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (237)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di giuseppe (del 17/07/2006 @ 17:19:43, in blog, linkato 1486 volte)

Riporto qui di seguito una sintesi del documento diffuso ieri a Tel Aviv da alcune organizzazioni pacifiste israeliane, dopo una manifestazione di piazza in cui circa duemila cittadini ebrei hanno aspramente criticato la politica del loro stesso governo.

Lo riporto in segno di condanna dell’escalation militare di questi ultimi giorni, in cui si ripete il triste copione di Israele che, insensibile alle richieste di pace provenienti da tutto il mondo e alle risoluzioni dell’Onu che gli impongono di lasciare SENZA SE E SENZA MA i territori arabi occupati, le n.242, 338, 425, invece con il pretesto della lotta al terrorismo, come hanno fatto i suoi protettori statunitensi in Afganistan e in Iraq, si è lanciato in una nuova folle guerra, che senza minimente incidere contro il terrorismo fondamentalista musulmano, anzi aumentandone la forza, sta facendo centinaia di vittime civili, specialmente donne e bambini e sta distruggendo uno altro Stato autonomo e sovrano come il Libano.

Questi sono i fatti. E quello che segue è una sintesi del documenti sottoscritto da alcune associazioni israeliane, fra cui Gush Shalom, Donne per la pace, Anarchici contro le barriere, Yesh Gvul e Taayush:

 “Contro la follia militare e l’illusione unilaterale, chiediamo di cessare l’uccisione di civili in Libano, Israele e Gaza e di iniziare subito i negoziati politici per porre fine alla crisi. Il solo modo di dare un futuro diverso a Israele, di pace e di sicurezza, è dare soluzione alla fonte dell’ostilità, risolvere il conflitto attraverso il negoziato, stabilendo una relazione paritaria di mutuo rispetto tra israeliani e palestinesi”

Articolo (p)Link Commenti Commenti (153)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1
Ci sono  persone collegate

< novembre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
blog (325)

Catalogati per sezione:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
how to calculate exc...
17/11/2017 @ 20:03:20
Di Parthenia
beasiswa Pns 2016
17/11/2017 @ 20:01:22
Di Lloyd
r https://viagragrn....
17/11/2017 @ 19:57:57
Di FrankJek

Titolo
Bianco e nero (194)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Bleah!

Titolo
Listening
Musica...

Reading
Libri...

Watching
Film...


Titolo


17/11/2017 @ 20:07:53
script eseguito in 589 ms